Musei Card: avviato il percorso per visitare il Parco della Maremma e i Musei

con Nessun commento

Si chiama Card Musei ed è la novità introdotta dal Comune di Grosseto per turisti e residenti. Si tratta di un biglietto unico per gli ingressi ai due musei cittadini, ma anche per l’ingresso al Parco della Maremma.

Il progetto, ormai in fase avanzata, prevede una convenzione tra Comune, Ente Parco e Fondazione Grosseto Cultura per l’attivazione della Card da offrire all’utenza cittadina e  ai visitatori in modo da facilitare e incentivare la visita al Museo archeologico e d’arte della Maremma, al Museo di storia naturale e al Parco regionale della Maremma.

“Il biglietto unico è un obiettivo importante nella direzione della promozione del territorio e degli incentivi per la fruizione della cultura, grazie a una scontistica e alla possibilità di utilizzare un unico biglietto, per tre ingressi, eliminando file e ulteriori pagamenti  – spiegano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla Cultura, Luca Agresti -. Contiamo di attivare la card per la fine dell’anno in modo da poterla testare a pieno regime dal prossimo anno dopo un necessario periodo di sperimentazione, magari in momenti di minore affluenza turistica. Abbiamo raggiunto le condizioni giuste per dare il via a questo progetto che sarà nostra cura promuovere in tutte le forme possibili”.

Chi lo desidera dunque potrà richiedere il biglietto unico scegliendo una delle due  soluzioni: la “Card 1” che prevede un ingresso a tutte e tre le strutture al costo di 17 euro (anziché 20 euro) o al costo di 9 euro per i ridotti; la “Card 2” che prevede l’ingresso al Parco della Maremma e, a scelta, a uno dei due musei al costo di 13,50 euro (anziché 15 euro) o a 7 euro per i ridotti. Le Card si potranno acquistare a uno dei musei o al Parco e avranno la durata di 15 giorni.

L’obiettivo successivo è quello di veicolare la card anche attraverso strutture ricettive in modo da contribuire anche con questo strumento a una visione integrata delle offerte che il territorio propone ai visitatori e ai turisti che apprezzano le risorse locali. A occuparsi degli aspetti tecnologici sarà la ditta “Studio Logico S.r.l.” già titolare delle attività di bigliettazione elettronica nelle stesse strutture.  Questa stessa convenzione potrà in seguito essere estesa anche ad altre realtà museali o siti si interesse culturale e turistico.

Il Comune, Fondazione e il Parco aderendo al progetto Card non devono sostenere costi di attivazione, ma esclusivamente riconoscere un prezzo di ingresso alle loro strutture riservato e ridotto rispetto al prezzo operato di norma al pubblico, garantendo l’accesso nel rispetto dei propri regolamenti interni.

“Voglio ringraziare il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e il vicesindaco Luca Agresti per l’impegno che stanno mettendo nel promuovere la cultura nella nostra città – dichiara il presidente di Fondazione Grosseto Cultura, Giovanni Tombari – Assieme al Comune e al direttore del Museo di storia naturale della Maremma, Andrea Sforzi, che ringrazio per l’impegno, abbiamo lavorato affinché il progetto del biglietto unico diventasse realtà. La Maremma ha eccellenze che, se messe a sistema e promosse nel modo adeguato, proprio come sta facendo il Comune, possono rappresentare per il nostro territorio un’attrattiva che va oltre i confini del Paese”. “Cultura e natura sono due aspetti importanti non solo per il turismo, ma anche per sviluppare una maggiore coscienza civica e una migliore consapevolezza del patrimonio di una comunità – dice Lucia Venturi, presidente del Parco regionale della Maremma -. L’obiettivo di questa Card è dunque quello di stimolare la fruizione e dunque la conoscenza del nostro territorio sia per la storia sia per le peculiarità naturalistiche che lo caratterizzano”.