Si è svolta nei giorni 1 e 2 luglio la visita da parte del verificatore, incaricato da Europarc Federation, sig. Jovan Ljiljak.
La visita ha avuto come obiettivi principali quelli di incontrare lo staff del Parco che si occupera’ della CETS, di incontrare i diversi attori della CETS come gli operatori turistici, associazioni, attori pubblici, agricoltori e visitare le zone emblematiche del territorio dove il Parco ha realizzato / ha previsto di realizzare alcuni progetti.
Il programma dettagliato che ha consentito di fare fronte alle specifiche richieste del verificatore si è così sviluppato:
  • 1° giorno – MATTINO: incontro con lo staff CETS del Parco; incontro con le parti interessate istituzionali locali (Comuni dell Comunità del Parco, Provincia e Regione); POMERIGGIO: incontro con le parti interessate della comunità locale (Operatori turistici: aziende del Marchio di Qualità, strutture di accoglienza come gli Esercizi Consilgiati e le Eccellenze Ambientali, Associazioni coinvolte a vario titolo, Guide ambientali); il pomeriggio si è concluso con la visita in azienda titolare di azioni CETS, in rappresentanza della parte nord del nostro territorio;
  • 2° giorno – E’ stato dedicato quasi esclusivamente alla visita del restante territorio del Parco nel quale si svolgeranno le azioni CETS – MATTINO: visita a Marina di Alberese (Centro Servizi, parcheggio disabili e sistemi di sosta, Duna, foce del fiume Ombrone); visita alla foce del fiume Ombrone e visita alla spiaggia nella zona di Collelungo; visita di aziende titolari di azioni e del Marchio di Qualità ; POMERIGGIO: visita all’Abbazia di San Rabano e affacci sulla costa itinerario A1; visite riservate alla zona sud del Parco: Talamone (Acquario della Laguna e Centro Tartanet), nuova partenza degli itinerari (loc. Caprarecce – Cisterna Romana), escursione zona Semaforo acquisita dal Parco. Visita aziende del Marchio di Qualità.
Ovviamente si tratta di un momento fondamentale per lo sviluppo del progetto Carta Europea per la nostra Area Protetta che si concluderà con il riconoscimento ufficiale che verrà consegnato presso la sede del Parlamento Europeo, dopo la positiva valutazione della Commissione Europarc alla quale il verificatore invierà la relazione finale su quanto ha potuto riscontrare durante la sua visita.
A livello informale i commenti dell’incaricato sono stati molto positivi sull’esperienza che ha potuto vivere nel nostro Parco in quanto è potuto entrare in contatto con le numerose iniziative che vengono svolte al suo interno e dallo spirito di collaborazione che ha verificato anche con le varie parti interessate coinvolte nei diversi progetti esaminati.
Siamo quindi molto ottimisti che il suo giudizio sarà largamente positivo aprendo le porte verso questo ulteriore riconoscimento del lavoro svolto nel nostro territorio.