In ottemperanza a quanto disposto dall’art. 1, comma 17 della legge 6 novembre 2012, n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione” e della delibera ANAC  n. 831/2016 (Piano Nazionale Anticorruzione), è stato predisposto il testo del Patto di Integrità, valido per tutte le procedure di affidamento sopra e sotto soglia.
Il Patto di Integrità dovrà essere inserito, pertanto, a cura di ciascuna delle strutture che svolgono attività contrattuale, nella documentazione di ogni relativa procedura per essere poi obbligatoriamente prodotto da ciascun partecipante debitamente sottoscritto per accettazione.
Il documento elaborato contiene una serie di obblighi che rafforzano comportamenti già doverosi sia per l’Amministrazione che per gli operatori economici, per i quali ultimi l’accettazione del Patto costituisce presupposto necessario e condizionante alla partecipazione alle singole procedure di affidamento dei contratti pubblici.